Le lenti della relazione

Le lenti della relazione

Quanto quello che diciamo è manifestazione del tipo di “occhiali” con cui entriamo in una relazione?

Quanto quello che diciamo è manifestazione del tipo di “occhiali” con cui entriamo in una relazione?

Con Diego Ingrassia Master Certified and Trainer e Owner & Founder di I&G Management srl, abbiamo approfondito le 5 LENTI con cui entriamo in una relazione e come, grazie al linguaggio, possiamo capire come entriamo e guardiamo una relazione.
Siamo partiti dai due opposti: il pirata ed il nerd.
Il PIRATA con il suo linguaggio aggressivo entra nella relazione in maniera dominante.
Il NERD, il suo opposto, entra nella relazione con bassa autostima ed un atteggiamento vittimistico.
Le lenti con cui ci poniamo in una relazione dipendono dal contesto e dalla persona con cui ci relazioniamo, per cui possiamo passare da un paio di occhiali ad un altro senza che uno di questi ci identifichi maggiormente.

Quali sono le lenti del cambiamento? E quali quelle di una relazione “sana”?
Le lenti del SUB ci permettono di guardare la relazione in maniera più introspettiva: queste lenti sono importantissime per il cambiamento e per fare in modo che questo sia reale. Sappiamo che i processi di cambiamento possono prevedere anche delle regressioni e quindi il ritorno all’uso di lenti da NERD o da PIRATA.

Il processo di cambiamento ha successo quando si evolve verso gli occhiali di REGINA e poi di SAGGIO.
La REGINA sa quali sono le sue necessità e le comunica nella relazione.
Gli occhiali del SAGGIO sono quelli che indossi quando riconosci i tuoi bisogni e anche quelli dell’altro, dove uno dei fattori è “Se io Vinco, tu vinci”.
Grazie all’attenzione al linguaggio il coach può approfondire cosa il suo coachee sta soffrendo e sentendo e con che OCCHIALI è nella relazione, aiutandolo a muoversi verso il punto evolutivo desiderato dal coachee.

Autore: Giulia Malinverni _ CPC4

Lascia un commento